Dottor House

Lo ammetto, seguo questa serie da tempo immemore, più o meno dalle prime puntate della prima serie. Mi piace perchè per la prima volta hanno creato un protagonista stronzo, cinico e irrimediabilmente bastardo. Ero stufa dei classici eroi senza macchia e senza paura, che sanno sempre tutto e che non mancano di rivolgere una parola gentile a chiunque. Vogliamo poi parlare della scelta del protagonista? Hugh Laurie oltre che essere molto bravo ed è riuscito a impermeare House di un’aura così sexy che rende impossibile non amarlo (ammettiamolo, è pure un bell’uomo!). Io stessa seguo Dr. House solo ed esclusivamente per sentire le battute al vetriolo del suo protagonista. Devo però confessare che seguivo con più piacere le prime serie, quando c’era il suo vecchio team (Cameron, Foreman e Chase), quando sono arrivati tredici e gli altri ho storto un po’ il naso e non seguivo più il telefilm come prima. Lo scorso lunedì c’è stata la prima puntata della nuova serie, in cui vediamo House all’interno di un ospedale psichiatrico per curarsi dalla dipendenza da droghe. Due belle puntate, per carità, ma mi stanno facendo diventare il protagonista troppo politically correct e soprattutto troppo sentimentale. Mi rendo conto che bisogna rinnovare la serie, ma ero solo io quella abituata al dottore più insensibile della terra? Cioè, alla fine della seconda puntata non mi sembrava nemmeno di guardare Dr. House, spero soltanto che le altre puntate si rivelino più interessanti ma soprattutto più briose.

In compenso non vedo l’ora di vedere le nuove puntate di The Mentalist, Dio, quanto adoro quella serie ma soprattutto quell’uomo *-*

Annunci
di Il gatto nero Inviato su varie Contrassegnato da tag